Cappe e bracci di aspirazione, banchi aspiranti e per tagli metallici
CAP Cappe di aspirazione

Cappe di aspirazione secondo le necessità impiantistiche che si presentano: cappe chiuse, riceventi e catturanti. Le “cappe chiuse” rappresentano il sistema più efficace e da preferirsi in quanto risulta minore la portata necessaria. Le “cappe riceventi” sono realizzate in maniera da catturare gli agenti inquinanti interponendosi sul “cammino” della massa fluida inquinante. Le “cappe catturanti” si adottano nei processi dove deve necessariamente intervenire un operatore nella zona interessata.

ELEFANTINO Braccio aspirante autoportante

Il braccio è articolato su più assi e dispone di frizioni di ritegno registrabili, tali da garantire estrema maneggevolezza. La struttura autoportante è costituita da un sistema a pantografo, bilanciato da due o più molle che, opportunamente tarate, conferiscono leggerezza e praticità di movimento. Un apposito supporto rotante a ralle permette al braccio una rotazione di 360°. Il braccio è predisposto per il montaggio diretto su mobiletto o a parete con l’ausilio di un’apposita mensola.

ZB-ZB/POL-AS-2A-ATL-ZB/F-DID-ZSH-AL-ZB/LAM Banchi aspiranti

La serie dei nostri banchi trova un vasto impiego nel settore industriale. In abbinamento ad opportuni filtri, questi banchi possono essere utilizzati nelle lavorazioni di sbavatura, molatura, saldatura, incollaggi, soffiaggi e deodorizzazioni. Sono realizzati in pannelli di lamiera FE verniciata, elettrosaldati o imbullonati al fine di conferire alla struttura una robustezza in grado di sopportare carichi elevati. L’accuratezza nelle realizzazioni consente inoltre un’aspirazione uniforme che permette la completa captazione degli inquinanti, evitando che vengano inalati dall’operatore compromettendone la salute.

ECO/BOX Box per saldatura e smerigliatura

Lo scopo delle nostre soluzioni è salvaguardare gli operatori e l’ambiente dagli inquinanti nocivi quali polveri, fumi, odori, solventi, rumori, ecc. Principalmente si devono evitare pericolose inalazioni per chi lavora nel punto di maggior rischio e per gli operatori circostanti. Il pannello fonoassorbente è costituito da un sandwich realizzato come segue: Lamiera piena zincata 12/10 - Materiale fonoassorbente e fonoisolante in fibre minerali (lana di roccia) - Strato antiusura e antispolverio - Finitura in lamiera forato, spessore 10/10 o 15/10, fori da 8 mm. Grazie a tali materiali, il pannello ECO/BOX risulta essere ignifugo, imputrescibile, idrorepellente e resistente a temperature superiori ai 200°C.

TT PLASM Banchi per tagli metallici

E’ noto che durante le operazioni di taglio metallico si sviluppano fumi e polveri che sono altamente nocivi per chi opera nell’ambiente di lavoro e danneggiano i delicati sistemi di controllo di cui gli impianti di taglio sono dotati. Lo sviluppo del fumo e della polvere avviene principalmente sotto il piano di taglio ed è limitato alla zona dei cannelli. GGE realizza una serie modulare di banchi adatti a questo tipo di lavorazione. Questi possono essere abbinati ai nostri filtri a cartuccia della serie FINPOL.

BLIND Blindocanaline aspiranti

Le blindocanaline vengono utilizzate in quelle applicazioni dove è richiesta la mobilità di un elemento aspirante, sia esso un braccio, una cappa, un flessibile, etc. Ad esempio, l’installazione del nostro braccio ELEFANTINO sull’elemento scorrevole consente di aspirare fumi o polveri in postazioni non fisse o su lavorazioni di manufatti molto lunghi. Un’altra tipica applicazione è sui robot di saldatura, dove l’elemento captante viene vincolato alla testa del robot che, durante la lavorazione, lo trascina longitudinalmente. La serie BLIND è costruita in robusta lamiera d’acciaio verniciata e presenta un intaglio con due labbra in gomma che realizzano la tenuta. Sull’intaglio scorre l’elemento mobile sul quale possono essere fissati gli elementi captanti.